NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 183 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Domenica, 04 Marzo 2018

Corvo Alto - Monte Mondeval (2455 m)

Gruppo Croda da Lago

Il Corvo Alto è racchiuso tra alcuni dei più bei gruppi montuosi dolomitici, quali il massiccio del Pelmo, le Rocchette, la Croda da Lago, i Lastoni del Formin, il Monte Cernera.
L'itinerario si sviluppa in un ambiente suggestivo quale quello dell'Altipiano di Mondeval (siamo nella Riserva Naturale Regionale del Pelmo-Mondeval) dove a 2150 metri, sotto un masso isolato che fungeva da riparo, sono stati rinvenuti i corredi funebri e i resti preistorici dell'Uomo di Mondeval, un cacciatore mesolitico vissuto circa 7000 anni fa.
Dal centro di Santa Fosca in Val Fiorentina, si sale verso l'abitato di Toffol. Di qui inizia la strada forestale che, in parallelo col segnavia 466 (Malga Mondeval di Sotto e forcella Ambrizzola) porta al fondo della valle dove scorre il Rio Cordon. In corrispondenza delle opere sperimentali per il contenimento delle acque del Rio Cordon (1256 m), si sale in direzione nord-est, sfruttando al meglio le condizioni del terreno (da quota 1850 a quota 2150 il pendio è particolarmente erto e privo di vegetazione), fino a raggiungere la testata della valle a quota 2150 metri. Di qui, piegando a sinistra, si entra nell'Altopiano di Mondeval e si raggiunge la Malga Mondeval de Sora, da cui si vede tutta la parte finale del percorso, rappresentato dall'ampio versante nord-est del Corvo Alto, che si raggiunge in circa un'ora di piacevole salita lungo i dolci pendii.
Dalla cima il panorama spazia a 360 gradi su alcune delle più importanti cime dolomitiche quali il Civetta, il Pelmo, la Marmolada.
La discesa avviene per lo stesso itinerario di salita con l'alternativa, lungo i vasti e dolci pendii delle praterie innevate dell'altipiano, di eventuali piacevoli piccole varianti su terreno vergine.


  • Difficoltà: EAI (Escursionismo in Ambiente Innevato) - Rosso (Impegnativo)
  • Tempo di percorrenza: 6 ore
  • Dislivello: 1000 metri

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Pierluigi Chenet - Riccardo Ramon

Condividi



Zona dell'escursione

Commenti

blog comments powered by Disqus