NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Giovedì, 21 Agosto 2014
Lunedì, 25 Agosto 2014

Dai sentieri del Tessa a l'Altissima (3480 m)

Gruppo del Tessa

"Zaino e Rifugi" – Trekking di 5 giorni

Il nostro annuale trekking di 5 giorni, anticipato quest'anno a fine agosto per l'elevata quota che raggiungiamo, ci porta nel Parco Nazionale Gruppo di Tessa, situato a settentrione della conca di Merano, delimitato a est dalla Val Passiria, a ovest dalla Val Senales e a nord dal crinale alpino di confine con l'Austria. Questo percorso ci offre una grande varietà di paesaggi spettacolari e di spazi incontaminati come gli ambienti severi di alta quota composti da rocce di vari tipi e di tanti colori, i ghiacciai delle Alpi Venoste che sfioreremo, i verdi pascoli regno delle marmotte e i numerosi laghi, veri gioielli presentandosi in tante tonalità diverse.
Il nostro giro ad anello inizia al grande parcheggio di Plan (1628 m) e ci fa salire per la Valcanale fino alla Forcella di Sopranes. Qui possiamo godere di una veduta grandiosa sulle cime che incontreremo, ma anche su diversi altri gruppi. Dopo avere passato i laghi di Sopranes e il Rifugio Casa del Valico (1839 m), un tratto dell'alta Via di Merano ci porta al punto più basso del giro, il Rifugio Nassereto (1523 m). Il percorso adesso risale la Val di Tel fino al Rifugio Fiammante (2259 m), chi vuole può anche salire la Cima Blasius (2837 m), poi gira verso est al Passo di Lazins (2808 m) e dopo scende lungo le praterie dell'Andelsboden alla malga Andels (2297 m). Seguono una salita in parte molto ripida fino al Rifugio Petrarca (2875 m), punto di partenza del sentiero che porta a Cima L'Altissima (3480 m), quindi la traversata al Rifugio Plan (2979 m) dove si può salire l'altra vetta di confine, la Cima delle Anime (3472 m). Chiudiamo con la lunga discesa al parcheggio di Plan.
L'itinerario presenta alcuni tratti attrezzati senza particolari difficoltà e le salite sulle tre cime sono facoltative, perciò il percorso è accessibile a qualsiasi escursionista esperto ed allenato.
I rifugi d'appoggio (Rifugio Casa del Valico, Rifigio Fiammante, Rifugio Petrarca e Rifugio Plan) sono altoatesini con la loro cucina tipica e si parla soprattutto la lingua tedesca.
Per l'intero trekking il dislivello è di 5150 m, il tempo totale di percorrenza previsto di 32 ore.


  • Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
  • Tempo di percorrenza: Vedi relazione
  • Dislivello: Vedi relazione

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Heike Finck

Condividi



Commenti

blog comments powered by Disqus